Daily Archives: March 22, 2009

Le pile scariche

La settimana passata sono stato a Berlino per lavoro e come spesso mi succede ho fatto la valigia all’ultimo minuto pensando non tanto a cosa mettere dentro quanto piuttosto a quello che sarei andato a fare.

Fatto sta che arrivato a destinazione, dopo un pomeriggio frenetico in “prima linea”, il telefonino mi abbandona con la batteria scarica. Non avendo portato con me il caricabatterie mi vedo costretto ad utilizzare il cellulare di un collega.

E’ sera: rientro in albergo, accendo il PC per un ultima “spippolata” ed ecco sbucare l’avviso di batteria scarica. Tiro fuori dalla borsa il caricabatterie e mi accorgo che la spina dell’alimentatore non è compatibilie con le prese tedesche presenti in albergo. Cerco in valigia l’adattatore (niente), chiedo alla reception (niente) ed alla fine mi rassegno a spengere il PC.

Una delle cose che adoro è camminare per la città di mattina presto immerso nella musica del mio iPod e così il giorno seguente seguente esco dall’albergo verso le 7 e mi incammino nella pungente aria berlinese.
Faccio 10 passi, accendo l’iPod e dopo altri 10 passi la musica si ferma semplicemente perchè mi ero dimenticato di caricarlo.

Anche se sembra folle, in un mondo in cui ormai la potenza ed i gigabit dei processori raddoppiano ogni 6 mesi, la vecchia e semplice pila non solo è sopravvussuta alla nuova era digitale ma tutt’oggi la alimenta e lo fa con quella tecnologia che Alessandro Volta inventò nel secolo scorso.
Che dire: cellulare, PC e iPod. A niente valgono terabyte e superprocessori quando si hanno le pile scariche.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS