Category Archives: Armi di comunicazione di massa

Il valore degli utenti e le fabbriche di click

Mi sono messo in questi giorni a cercare di capire il valore che un utente ha in rete e a farne una stima sulla base dei lavori fatti, della capitalizzazione in borsa delle varie aziende e di informazioni recuperate a destra e a manca.
Ho deciso di fare io la ricerca perchè tutto quanto ho trovato in rete non mi ha fornito risultati esaurienti. In alcuni casi vengono confrontati dati di aziende rilevati in anni diversi, in altri non si tiene conto dei reali tassi di acquisizione, in altri ancora si confrontano dati disomogenei (non si mescolano le pere con le mele mi dicevano a scuola).

Quello che ne è venuto fuori è un bel foglio di calcolo e i grafici che riporto sotto evidenziano sia il valore che il costo degli utenti.
Ad esempio FB ha in questo momento una capitalizzazione di 100MLD$, ha circa 1 MLD$ di utenti e quindi il valore che viene dato agli utenti è di circa 100$. Lo stesso conto l’ho fatto per Twitter, Linkedin, MySpace e Google.

Per calcolare il costo/contatto di un utente ho invece messo insieme gli strumenti di planning che esistono per i vari ambienti digitali (Adwords, FB Ads, i tools dei network di ADS, etc…) con una serie di coefficienti correttivi ottenuti dall’analisi di decine e decine di campagne già fatte. Da questa elaborazione ho ottenuto il valore medio di costo che è possibile attribuire allo “stringere una buona relazione con un utente”.

 

Non contento, per finire il lavoro, ho cercato in rete le “fabbriche di click” e così sono riuscito a riassumere in una tabella cosa si trova sul mercato e quanto costano click, like, follower e amici. Più o meno veri, più o meno finti!

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS

Google Fiber: 1.000.000.000 di bit ogni secondo.

Come ogni tanto faccio, mi sono messo in questi giorni a confrontare i servizi di connessione che i grandi operatori di telecomunicazioni internazionali offrono nei vari paesi.
Entrando nel mercato americano ho notato per la prima volta Google Fiber, progetto di Big G che ha lo scopo di cablare in fibra una serie di città.
Troppe e troppo caotiche per essere qui raccontate le riflessioni che rimbalzano nella mia mente dopo aver letto la loro offerta.

Lascio quindi a ognuno di voi la propria riflessione e vi rimando alla pagina ufficiale del progetto ricordando solamente che una connessione a banda larga “all’italiana” (larga ma lenta, tra i 7 e i 20Mb) da noi costa tra i 40 e i 100 euro al mese, con Google Fiber lo stesso servizio è gratuito e per la stessa italiana cifra (70/mese) viene invece fornita una velocità di connessione a 1Gb (1.000Mb).

Beneficenza?
Certo che no. Solo business: la rete “a gratisse” (come diciamo in Toscana) e i servizi a pagamento.

https://fiber.google.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS

Nuove features su Groupon

Mi è capitato giovedì  scorso di partecipare a un incontro organizzato da Groupon per gli operatori della zona di Firenze le cui finalità, oltre a raccogliere i feedback dei merchants, erano quelle di presentare le novità che sono state introdotte sul pannello di controllo lato venditore.
Visto che cercando su Google “nuove funzionalità groupon” ( e/o similari) non si trova niente sull’argomento, vi anticipo qua sotto le features che mi sono rimaste in mente, magari a qualcuno può far comodo conoscerle.

Intanto partiamo dall’inserimento nel pannello di controllo dello stream dei commenti che sono adesso visibili, mentre non ricordo se già ora c’è anche la possibilità di rispondere.

E’ poi stato attivato un sistema di booking interno per la gestione delle prenotazioni.
Per i ristoranti viene utilizzato MyTable (portale di prenotazione per ristoranti) mentre per il resto dei merchant è presente un booking engine sviluppato da Groupon.

Da Ottobre, se non sbaglio, sarà possibile specificare meglio, con maggior spazio a disposizione ed evidenza i “Terms and Conditions” da mostrare agli utenti e sempre rispetto a cosa presentare agli utenti sono state apportate altre modifiche:

  • sono state introdotte 2 nuove tipologie di offerte (la cui gestione è demandata a Groupon) che allungano i tempi di durata dell’offerta stessa che a questo punto viene presentata  nel breve, nel medio e nel lungo termine periodo;
  • è stato attivato un nuovo sistema di localizzazione anche intra-città per poter effettuare un targetting sempre più mirato;
  • il mailing agli iscritti sarà effettuato in forma clasterizzata inviando le email sulla base degli interessi degli utenti e non a pioggia su tutti

Mi sembra  che più o meno sia tutto.
E se magari mi fossi portato a casa gli appunti che ho preso giovedì, sicuramente non mi sarei dimenticato qualcosa :-)

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS

La nostra storia su Facebook

Come tutti possiamo ben immaginare FB archivia tutti i nostri dati per utilizzarli in svariati modi.
Ma se volessimo noi stessi fare il backup di tutta la nostra storia su FB? Cosa riusciremmo a recuperare?

FB permette dal pannello di gestione dell’account (link “Scarica una copia dei tuoi dati”) di fare il backup di tutti i dati del nostro account.
Ci sono 2 tipi di back up:

  1. “semplice” che comprende:- Le informazioni del profilo (informazioni di contatto, gli interessi e i gruppi)
    – I post sul diario e i contenuti pubblicati sul tuo profilo (diario) da te e i tuoi amici
    – Le foto e i video che hai caricato sul tuo account
    – La lista dei tuoi amici
    – Le note che hai creato
    – Gli eventi a cui hai risposto
    – I tuoi messaggi inviati e ricevuti
    – I commenti fatti da te e dai tuoi amici sui post in bacheca (diario), le foto e altri contenuti presenti nel tuo profilo (diario)
  2. “avanzato” che include:
    – Indirizzi IP: tutti gli indirizzi IP che FB ha registrato sia in ingresso che in uscita
    – Informazioni di accesso
    – Richieste di amicizia in sospeso: le richieste di amicizia che hai inviato e ricevuto e che non sono state accettate o sono state rifiutate
    – Le date in cui il tuo account è stato riattivato, disattivato, disabilitato o eliminato
    – Informazioni sugli eventi di altri che hai accettato, rifiutato e a cui hai risposto “Forse”
    – La tua città attuale e città di nascita,i nomi dei membri della tua famiglia che hai indicato nel tuo account e le informazioni sulle relazioni (nome e stato)
    – un elenco delle lingue che hai aggiunto al tuo profilo
    – la storia delle modifiche che hai apportato al nome sul tuo account

Direi quindi che c’è tutto.
Ma guarda quanto è “buono” Facebook che ci rende la nostra vita.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS