Questo è un classico streaming

Streaming:
quella tecnologia che ci permette di ascoltare musica o vedere filmati su un PC iniziandone la riproduzione man mano che i dati arrivano senza dover necessariamente aspettare il download completo del file;
download che nel caso di un film potrebbe richiedere giorni e nel caso di trasmissioni in diretta potrebbe avvenire solo alla fine dell’evento (e quindi addio alla diretta).

E’ il sistema con cui Alice propone la sua HomeTV, con cui FastWeb ritrasmette i programmi di Sky e con cui intoscana.it diffonde in tutto il mondo Rete Toscana Classica ( Clic qui per ascoltare ) e i programmi del proprio Mediacenter ( Clic qui per vedere ).

In termini più tecnici la parola “streaming” identifica un flusso di dati audio/video che vengono inviati da una sorgente ad uno o più destinatari tramite una rete telematica e che vengono riprodotti man mano che raggiungono il destinatario (per approfondimenti vedi wikipedia).

Vediamo come poter configurare in pochi passi l’ascolto di Rete Toscana Classica.

Intanto abbiamo bisogno di un PC collegato ad internet e di un paio di casse acustiche (o di un impianto di diffusione sonora).
Dobbiamo poi avere installato sul PC un player ovvero un software che si colleghi ai server di streaming di intoscana.it e ne riproduca le trasmissioni della radio.
Su Windows è già disponibile Windows Media Player che nell’ultima versione gestisce anche le cadute di linea, ricollegandosi automaticamente quando il flusso di dati riparte.
Qualunque sia il player che utilizzate (VLC, Winamp, ce ne sono a decine) dovrete semplicemente aprire il menù principale, scegliere “Play URL” ed inserire:  mms://streaming.intoscana.it/wmtencoder/rtc.wma .
Tutto il resto lo abbiamo già fatto noi :-)  Buon ascolto!

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS